IDENTIKIT

Protesica Rimovibile Srl 

Progetto senza titolo (12)

IDENTIKIT

Il sistema identikit può essere acquistato, in alternativa e possibile riceverlo in uso gratuito al bisogno, richiedendolo ad un nostro incaricato, che provvederà a consegnarvelo personalmente.

Oggi puoi trovare la connessione esatta con Identikit. Set ideato e brevettato da Jetimplant per poter identificare con estrema precisione l'impianto, allo scopo di procurarsi le componenti connessionali necessarie al nuovo progetto di restauro dentale.

Introduzione: La tecnica implantoprotesica è ormai da tempo impiegata con successo sia per piccole che per grandi riabilitazioni dentali. Tuttavia, il medico dentista si trova sempre più frequentemente a dover affrontare il ritrattamento di lavori impianto protesici che nel tempo hanno subito insuccessi, come fratture delle sovrastrutture, difetti estetici e usura delle protesi dentali.

Conservazione degli impianti dentali: In molti casi, le fixtures endossee (impianti dentali) rimangono in buone condizioni per anni e non è quindi necessario sostituirli. Tuttavia, dopo diversi anni, può essere difficile o addirittura impossibile reperire le componenti protesiche necessarie per il restauro dentale.

Necessità di identificare gli impianti: Di conseguenza, l’operatore dentale ha bisogno di un’apposita strumentazione per identificare con estrema precisione l’impianto, al fine di ottenere le componenti connessionali necessarie per il nuovo progetto di restauro dentale. La radiografia fornisce solo una parziale identificazione della morfologia implantare.

Il ruolo di Jetimplant Srl: Per risolvere questa sfida, Jetimplant Srl ha brevettato un “identikit”, un set completo di strumenti sia filettati che esagonali, che può aiutare a raccogliere i parametri necessari per il restauro. Tuttavia, individuare morfologicamente e strutturalmente gli impianti rimane una grande difficoltà, poiché ci sono due condizioni essenziali per garantire il corretto recepimento delle strutture sovraimplantari, abutments e monconi, ovvero le componenti protesiche.

La mancanza del “passaporto implantare”: Questa incapacità identificativa è dovuta alla mancanza del cosiddetto “passaporto implantare”, obbligatorio per gli impianti eseguiti negli anni ’90. Pertanto, l’operatore dentale è costretto a ricorrere a una strumentazione appositamente costruita per identificare con massima precisione gli impianti e ottenere le componenti connessionali necessarie per il restauro dentale.

Più informazioni?
Contatta i nostri esperti

    Questo si chiuderà in 0 secondi

    Translate »
    ×

     

    Ciao!

    Clicca su uno dei contatti per iniziare la conversazione.

    × Come posso aiutarti?